1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO
 

Flamingos

La sveglia suona un po’ più tardi del solito per il team che, vista la giornata precedente, ricca di trasferimenti e nuove sistemazioni, si concede di dormire fino alle 9.
Inizia, così, l’esplorazione dell’isola di Bonaire, la quale si rivela subito un’autentica perla dei Caraibi. Ad attirare immediatamente l’attenzione delle ragazze è il gioco di colori che si scorge già dopo pochi km di marcia. Ed infatti, percorrendo la strada che dal centro dell’isola conduce verso la parte meridionale, ci si trova nel bel mezzo di una serie di suggestivi contrasti cromatici. A destra il rosa delle saline, tonalità dovuta ai piccoli gamberetti che vivono all’interno, sul quale spicca il bianco brillante dei cumuli di sale. A sinistra il turchese del mare caraibico, tratto distintivo ed immancabile di queste zone. Sembra di trovarsi all’interno di un dipinto dalle tinte forti ma combinate fra loro in perfetta armonia.
Proseguendo nel tragitto si iniziano a scorgere i primi fenicotteri rosa: animali che costituiscono il simbolo dell’isola e protetti dal 1969. Il team li osserva, ammaliato da lontano, per non disturbare queste creature nel loro habitat naturale.
Dopo aver pranzato in un ristorantino tipico e panoramico, che regala al team la possibilità di ammirare il punto più alto dell’isola e la sua vegetazione, anche qui ricca di cactus, si prosegue nella ricerca di altri fenicotteri.
Ben presto le ragazze vengono accontentate poiché, nei numerosi laghi salati che si trovano a Bonaire, gli eleganti flamingos diventano sempre di più. Questa volta si fanno contemplare ancora meglio, passeggiando leggiadri vicino alla riva, un po’ vanitosi ed incuranti della presenza del team, alzandosi poi in un elegante volo. Creano delle macchie di colore davvero spettacolari, specialmente quando si stagliano uniti contro il cielo terso.
Grate per le splendide immagini che quest’isola ha voluto regalare loro, le ragazze fanno rientro in hotel per lavorare un po’ sui materiali della giornata e godersi un po’ di meritato riposo.
Anna Maria

 
Scroll