1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

CONDIVIDI

 

DA SANTA BARBARA A LOS ANGELES

Buongiorno Donnavventura, giù dalle brande! Il sole splende già alto in cielo e le ragazze scattano fuori dai letti: oggi la giornata è impegnativa, bisogna chiudere i bagagli, lasciare Santa barbara, tornare a sud per almeno 150 km, raggiungere Venice, Los Angeles e partire alla volta della Polinesia. Ce la faranno a fare tutto le nostre avventuriere? Dopo un toast con burro e marmellata e una tazza di caffè, eccole in partenza. Michi e Paola sono un po’ dispiaciute di dover lasciare questa romantica cittadina. Come racconta al gruppo Ana, Santa Barbara è, infatti, una località molto accogliente e raccolta, un’oasi di tranquillità e pace, scelta come meta di villeggiatura non solo da turisti, ma anche da molti californiani. Le ragazze percorrono la infinita US 101 verso sud, la Pacific Coast Hwy che costeggia direttamente l’oceano. Qui è un susseguirsi di camper e tende, di giovani ragazzi e di famiglie, surfisti professionisti o amatori. Come dice Ana, il surf in California non è solo uno sport, ma un vero e proprio stile di vita. Le onde dell’oceano sono perfette anche per i dilettanti, perché sono lunghe e non troppo alte. Il loro viaggio continua, nel giro di due ore le ragazze raggiungono la mitica Città degli Angeli, ma prima decidono di ripassare a salutare e a pranzare nella stravagante Venice Beach, proprio da dove il loro viaggio californiano è iniziato. Venice è oggi uno dei quartiere più amati dai nostalgici hippy, un immenso parco giochi, creato a tavolino molti anni fa da un mecenate del tabacco, che voleva dare vita a un’area ricreativa con dei veri e propri canali. Ecco che da Venice il team riparte alla volta di Hollywood. La strada per raggiungere le immense lettere bianche sulla collina è tortuosa e non troppo facile da trovare, ma alle Donnavventura non sfugge e non fa paura proprio nulla. Come racconta Ana, Hollywood è un quartiere di Los Angeles reso famoso a partire dagli anni venti grazie alla forte interazione che c’è stata con l’industria cinematografica statunitense. La zona si estende dalla mitica scritta sulla collina fino alla Walk of Fame. Tutte in macchina, si riparte, proprio puntando allo scintillante marciapiede. Più di 2000 artisti, da Marylin Monroe a James Brown, sono stati insigniti di una stella in granito rosa posta sul marciapiede più famoso del mondo. Ecco che le ragazze passeggiano e cercano i nomi delle loro star preferite, camminando lungo Hollywood Boulevard. La Walk of Fame è stata inaugurata nel 1958 per rendere omaggio tutte le star che hanno contribuito all’industria cinematografica statunitense e le stelle sono aggiunte, ancora oggi, con un ritmo di due stelle al mese. Passeggiando per i quartieri più in di Los Angeles le Donnavventura hanno perso la cognizione del tempo: sono ormai le 5 e mezza ed è ora di correre all’aeroporto: un aereo e un lungo viaggio le aspetta. Polinesia here we come!

Michela

 
Scroll