1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO
 

Continua la navigazione; destinazione Anegada

Vele spigate, sole alto e si riparte.
Altro mattino, altro itinerario, altra meta da raggiungere ed esplorare.
Le Donnavventura come sempre si alzano presto e preparano l’abbondante colazione prima di partire. Una volta indossato il costume le ragazze iniziano il loro viaggio verso la nuova meta: Anegada.
Oggi la navigazione sarà più lunga dei precedenti giorni. Ci vogliono circa due ore e mezzo per raggiungere la meta perché è distante circa 20 miglia.
Le ragazze si godono l’oceano intorno e guardano sdraiate gli isolotti circostanti, qualcuno distrutto dall’uragano passato pochi mesi fa che ha seminato distruzione portando via con se piante, tetti di case, finestre ecc..
Il tempo è come sempre variabile, ma la temperatura è alta.
Dopo tanto navigare ecco spuntare da lontano Anegada. Una lingua lunga di spiaggia colorata da una fitta vegetazione e qualche casetta e chiosco. Qui si vive davvero con poco..
Il mare sotto è sempre più chiaro, ma leggermente più torbido rispetto a quello dei giorni precedenti.
Le ragazze attraccano il loro catamarano a pochi metri dalla riva insieme ad altri catamarani, ma l’atmosfera è davvero rilassata.
E’ ora di pranzo e le Donnavventura si cucinano un ottimo pasto prima di prendere il gommone ed andare in esplorazione.
Sono le 14:00 e la giornata è ancora lunga, ma le ore di luce invece si riducono velocemente. Qui alle 18:00 cala già il sole.
Le ragazze decidono di prendere il gommone e arrivare a riva.
Piccoli chioschetti colorati dove si servono delle bevande e dove si può anche mangiare, altre casette che fungono da piccoli shop di souvenir, altre che sono degli uffici dove si possono prenotare delle escursioni.
Le Donnavventura scattano foto e immortalano tutto quello che le colpisce di più.
La temperatura di fa sempre più calda e non si riesce a esplorare ancora di più, quindi le ragazze decidono di ritornare verso il loro catamarano e prima di incominciare i consueti lavori al computer, si fanno un bel tuffo delle acque turchesi caraibiche.
Il sole filtra tra i vetri del catamarano creando dei giochi di luce meravigliosi, fino a sfumare verso il rosso di un tramonto difficile da dimenticare.

 
Scroll