1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

CONDIVIDI

 

BANGKOK, A LEZIONE DI MUAY THAI

È il secondo giorno qui a Bangkok e le ragazze si sono svegliate presto e adrenaliniche. Bangkok le ha subito colpite con i suoi colori e la sua allegria che si respira tra le strade. La prima tappa è stata il quartiere Pac Clong Talat, famoso per il suo grande mercato dei fiori. Prima questo mercato era dedicato ai frutti di mare ma essendo la sua posizione vicina al palazzo reale portava cattivo odore nella dimora così il sovrano Rama VI decise di trasformarlo in un mercato di fiori e ora si possono trovare anche frutta e verdura. Il team, infatti, durante la passeggiata ha assaggiato qualche frutto tipico tra cui il dragon fruit, il pomelo e il durian. Tutti molto dolci e saporiti!
Poco dopo hanno costeggiato il palazzo del Parlamento Thailandese per poi tornate sul van e ripartire verso un’altra meta interessante: lo Sky Train.
Si tratta di una ferrovia sopraelevata composta da due linee che si intersecano in un solo punto (la stazione Siam) per una lunghezza complessiva di circa 30 km. Attualmente questo sistema è utilizzato da quasi mezzo milione di persone al giorno, battendo nettamente la concorrenza della metropolitana cittadina aperta nel 2004. Le ragazze sono salite arrivando in poche fermate a Siam Square, un punto d’incontro per i giovani, un quartiere modaiolo e colorato ricco di negozi e ristoranti. E subito è arrivata l’ora di pranzo e le ragazze hanno deciso di provare un ristorante Thailandese chiamato Ban Khun Mae. Si sono già abituate ai sapori forti e particolari della Thailandia e hanno apprezzato in particolare il riso dolce con il mango, una specialità del posto.
Finito il pranzo sono tornate in hotel per lavorare qualche ora ai computer: vanno sempre scaricate le fotografie della giornata, scritti i diari e reportage e sistemati i documenti.
Ma oggi alle cinque c’è una sorpresa per loro: una lezione di Muay Thai con dei veri pugili. Vestite in uniforme sportiva si dirigono al quartiere Asiatique dove i ragazzi le stanno aspettando. Si comincia con le basi della boxe thailandese: le prime mosse per difendersi. Questo sport è ritenuto un’ arte e vuole valorizzare l’evoluzione del gesto più che l’attacco. Deriva da un’antichissima forma di combattimento elaborata oltre 2300 anni fa quando i guerrieri erano costretti a utilizzare come strumento di difesa il corpo. Le Donnavventura si divertono e si impegnano destreggiandosi tra una mossa e l’altra. Così, senza neanche accorgersene è giunta l’ora di cena. Il team rimane nello stesso quartiere e dopo aver mangiato un boccone decide di sperimentare un’altra attività tipica thailandese: la fish spa. Si parla di un trattamento ai piedi e alle gambe in cui dei pesciolini depurano la pelle dalle cellule morte. Alle ragazze piace molto il massaggio e in effetti subito dopo sentono le gambe molto più leggere!
Ma il bello della serata deve ancora venire: sono state invitate ad assistere allo spettacolare show di Muay Thai realizzato proprio dai pugili che hanno fatto loro da maestri poco prima.
Lo show è un vero e proprio combattimento coreografato e i ragazzi sono bravissimi.
Ma ormai si è fatto tardi e il team torna in hotel per la nottata. Domani Bangkok le stupirà con altre sorprese!

Paola

 
Scroll