1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

30/10/2018 - LE BRITISH VIRGIN ISLANDS

Il mare mi fa sentire piccola, mi fa sentire un puntino che galleggia in mezzo ad un’immensità di cose.
Il mare mi culla e distesa su un catamarano, rannicchio le gambe al petto e mi dondolo seguendo le onde.
La vita di barca io ancora non l’avevo mai provata. Non è facile convivere in uno spazio ristretto, dove la pulizia è la cosa fondamentale per sopravvivere ad un’esperienza del genere.
Il letto è piccolo e l’oblò aperto sopra la mia testa offre la visione stellare che tanti desiderano da piccoli. Immense distese di stelle piccole e luminose e una luce fioca che entra, insieme al caldo che non mi abbandona mai.
Scruto fuori l’oblò mentre sono a pancia in sù e prima di addormentarmi immagino quello che andrò a vedere il giorno dopo, così faccio partire la fantasia e le ore notturne scorrono così veloci da non rendermene neppure conto.
Arriva così l’alba e qualche moschito mi dà il buon giorno in un modo non così dolce…
Mi alzo e il pensiero della colazione e l’odore dei biscotti e del latte caldo mi fa sentire a casa.
Che strano svegliarsi tra le acque cristalline. Il turchese mi abbaglia e mi acceca la vista. Mi stropiccio gli occhi e cerco di capire se è un sogno.
La calma e il silenzio mi fanno sentire sia leggera che pesante…
Sembra una contraddizione, ma qui i pensieri e le emozioni si capovolgono ogni giorno.
A volte vorresti scappare perché ti senti come ad Alcatraz, altre volte riesco a ricavarmi degli spazi così unici che mi svuotano completamente.
La notte è il momento che tanto aspetto perché mi siedo sul tetto del catamarano dove ho sempre un mio appuntamento con la luna che sembra un faro che illumina l’acqua sottostante, tanto da vedere persino il fondale.
Penso alle ore di fuso orario che mi separano dai miei cari, che cosa staranno facendo, se la routine è sempre la stessa, se state bene e se invece vi arriva qualche mio pensiero da qui. I chilometri sembrano non finire e la mia luna è il vostro sole, la mia notte è la vostra alba. Tutto questo dilata la testa, dilata il tempo e ti fa sentire persa.

Le British Virgin Island sono belle, proprio belle.
Ho ancora impresso la sabbia bianchissima che si sgretola tra le mie mani. Ho impresso queste palme così alte da farmi male il collo. Ho impresso il colore di quest’acqua da fotografia.
Ho impresso questi massi di granito liscio che sembrano monumenti alla perfezione. Ho in mente il colore magnifico dei fenicotteri rosa e immagino qualche mio quadro da dipingere.
La natura è così bella a volte che mi spiazza sotto tanti punti di vista. I colibrì che mi volano attorno, il pellicano che vola alto nel cielo, le tartarughe giganti marine che si scontrano contro la canoa, i delfini a largo che ci danno il benvenuto e gli squali che si aggirano quando attracchiamo alle marine.
Beh, ditemi che cosa e come posso descrivere tutto questo se non con il termine SPETTACOLARE.
Il sole mi FA STARE BENE, mi rigenera e mi dà la carica per poter continuare a credere che quello che sto facendo sia giusto.
Esistono posti da cui non te ne andresti più e questo forse è il posto giusto dove rifugiarsi. La natura è così grande e imprevedibile che mi provoca quel brivido addosso difficile da provare.
I tramonti in barca hanno segnato i miei pensieri. Ho visto il sole diventare rosso ed essere inghiottito dall’oceano lasciando la scia in cielo di un rosa e di un rosso perfetto.
I colori si mischiano con le nuvole e lo scenario che mi godo a prua è di quelli da cartolina.
Giro la testa e sospiro ad Anna che mi ha capito dal primo sguardo, sospiro e le sorrido facendole capire che nella vita nulla viene per caso e che questo era il nostro momento per conoscerci.
Sedute di spalle diventiamo l’ombra nera perfetta per una foto da immortalare e poi appendere alla parete di casa. Questi sono momenti che non tornano, questi sono momenti che ti segnano e lasciano un solco profondo che non puoi proprio spiegare.
Il suo sguardo dolce emana affetto e mi fa andare avanti in un’esperienza psicologicamente difficile e che nessuno può capire davvero e realizzo ancora una volta che nella vita chi ha un carattere forte è destinato a perdere.

Federica

Scroll