1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

15/12/2018 - CURIOSITA' GIAPPONESI

Si potrebbe scrivere un trattato sulle tante piccole e grandi usanze giapponesi che per noi occidentali e italiani in particolare, appaiono come assai bizzarre.
Prima fra tutte la loro estrema cordialità. Vivendo un quotidiano in cui sembra che la buona educazione sia ormai passata di moda, lasciando spazio ad una cafonaggine spesso inaudita, trovarsi ad avere a che fare con persone che sono sempre estremamente cortesi, attente e rispettose degli altri stupisce ancor di più di qualche gadget o abitudine apparentemente bizzarra. Le persone giapponesi tendenzialmente non amano i conflitti e si pongono in modo da evitarli, ecco perché sono attenti all’altro, specie se è straniero, e cercano di soddisfarne le esigenze, spesso impelagandosi in lunghi confronti finalizzati a capire “esattamente” di cosa ci sia bisogno, così da poter provvedere. Ovviamente anche i giapponesi perdono le staffe ma tendenzialmente mantengono il controllo e portano pazienza, preferendo prendersi delle silenziose rivincite quando se ne presenta l’occasione, piuttosto che sbottare.
E ora le cose semiserie.
In pubblico è sconveniente fare tutta una serie di cose come soffiarsi il naso, orrore! Meglio “tirare su con il naso”, come fanno i bambini, e nascondersi dietro a mascherine tipo ospedale, per non impestare gli altri con i propri germi e forse per lasciare che il naso coli liberamente così da non doverselo soffiare ogni momento come facciamo spudoratamente noi occidentali.
Anche mangiare o bere mentre si è per strada non è una buona cosa, lo fanno i ragazzini in gita e gli stranieri maleducati…
Bisognerebbe anche evitare di scrivere messaggi camminando, ma forse quello gioverebbe anche dalle nostri parti.
Il capitolo più divertente è quello relativo ai servizi igienici dove il wc si trasforma in astronave che “lancia i componenti” come da miglior tradizione nipponica. Seduti sul proprio wc ci si sente come Actarus al comando di Goldrake, c’è un pulsante per tutto e bisogna saperli usare per non incappare in spiacevo piccoli incidenti. Il water infatti funge anche da bidet e in alcuni modelli un tubicino fuoriesce dalla sua sede per spruzzare getti di acqua diversificabili a seconda della zona dove di vuole agire; l’importante è sperimentare i pulsanti da seduti e non guardando incuriositi cosa succede dentro la tazza per non essere presi in pieno. La manopola dello scarico è misericordiosamente spesso riconoscibile essendo posta al lato della vaschetta che contiene l’acqua, anche se ci sono delle eccezioni, purtroppo.
La seduta è riscaldata e si può anche variare la temperatura dell’acqua per un maggiore confort.
E che dire dell’opzione “privacy”! Quante volte è capitato di essere in bagno e lasciarsi scappare qualche rumore molesto? In Giappone è possibile ovviare all’imbarazzo di una sonora flatulenza che rimbomba anche al di fuori del cubicolo del bagno, premendo uno dei pulsanti della console del Goldrake-wc che attiva un rumore di fondo di cui si può anche regolare l’intensità. Privacy assicurata. Non tutti i wc ne sono dotati ma non è raro trovarli specie nei luoghi pubblici che, tra l’altro, sono sempre puliti.
Eccenzion fatta per le eleganti signore di Tokyo, spesso davvero impeccabili, uscendo dalla capitale si riscontra la curiosa abitudine di portare scarpe un po’ più grandi del proprio numero. Non è raro vedere talloni che escono da mocassini o decolté. La ragione di questa tendenza non è accertata, secondo qualcuno dipende dal retaggio contadino del Paese, ancora abituato a più informali calzature aperte, come infradito o zoccoli, un’altra ipotesi potrebbe essere legata al fatto di dover togliere le scarpe quando si entra da qualche parte e l’averle un po’ più comode potrebbe agevolare l’operazione, fatto sta che ci si imbatte spesso e volentieri in uomini e donne dal passo in stile paperotto, un po’ sgraziato e caracollante, e che danno l’impressione di aver infilato i pedi nella prima cosa che hanno trovato.
In effetti quando ci si abitua al piede che ballonzola allegramente dentro alle scarpe da tennis non è poi tanto male… che mi stia giapponesizzando anche io?

Sayōnara ☺


Scroll