1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

CONDIVIDI

11/10/2016 - PRIMO MESE DA DONNAVVENTURA

È arrivato…. Il mio primo mesiversario nelle vesti di Donnavventura è finalmente giunto: l’11 ottobre 2016 è un giorno che segna un grande traguardo che non dimenticherò facilmente…
Ricordo quasi con tenerezza il momento della partenza all’aeroporto di Milano Malpensa: con la mia uniforme Alviero Martini e soprattutto con in mano il biglietto Etihad destinazione Abu Dhabi, ero elettrizzata e al tempo stesso intimorita all’idea che questa avventura tanto insolita quanto speciale stesse davvero iniziando… Tre domande balenavano nella mia mente… “Sarei stata all’altezza della spedizione?” e al contempo “Questa grande esperienza di viaggio sarebbe stata all’altezza delle mie aspettative?” ed infine “Sarei stata davvero in grado di integrarmi con le altre Donnavventura in un clima di convivenza h24?”
Inizio il mio racconto, partendo proprio dall’ultimo quesito.
La mia preoccupazione di non riuscire a socializzare è svanita addirittura sin dalle prime ore di volo: ahimè siamo tutte ragazze simpatiche e chiacchierone….anche se mi fossi impegnata, proprio non avrei potuto non andare d’accordo con ciascuna di loro… Che gioia…Respiro di sollievo !!!
Durante i primi giorni di viaggio, giorni di ambientamento e di scelta delle occupazioni quotidiane di ogni membro della squadra, oltre alle importanti mansioni di scrittura sia per il diario romantico che come reporter per il Touring Club Italiano, ho deciso di mettermi alla prova scegliendo uno tra i compiti più lontani dalle mie inclinazioni: la gestione della parte fotografica.
Essere una Donnavventura significa infatti sfidare anche i propri limiti !!!
All’inizio, lo riconosco, è stata dura: lo smistamento dei files e la preparazione delle macchine fotografiche mi sembravano delle vere imprese !!! Soprattutto per me, che, eufemisticamente, con la tecnologia non vado molto d’accordo….
Devo davvero ringraziare le veterane Ana e Valentina che con estrema chiarezza e pazienza mi hanno fatto da tutor, illustrandomi ogni singolo procedimento, e ancora Vale, addetta con me alle foto, che si è sempre mostrata disponibile nel darmi utili dritte e sostegno ….
Devo anche a loro, infatti, i miei progressi e l’efficienza acquisita nello svolgimento del lavoro assegnatomi. Sempre all’interno della spedizione, sono stata nominata responsabile della gestione della cambusa sia presso gli Hotel che durante gli spostamenti on the road.
In viaggio si devono ottimizzare i tempi; organizzazione e ordine sono requisiti essenziali. Dalla colazione alla cena è necessario prenotare per tempo il tavolo per la squadra, provvedendo anticipatamente ad ordinare le bevande. Lo stesso principio deve essere applicato durante gli spostamenti sui pick-up: in macchina non può mai mancare l’acqua, fermarsi per andare a comprarla può scombussolare i piani di un’intera giornata.
Se dovessi fare il bilancio di questi primi 30 giorni, devo dire che tutto mi sembra molto positivo (ovviamente vale sempre la buona e vecchia regola dello “sbagliando si impara”), mi sento sempre più capace nelle mie occupazioni giornaliere, sempre più sciolta davanti alla telecamere e sempre più forte e vivo è lo spirito di gruppo.
È strano…si trovano a fatica le parole per descrivere il clima di condivisione e vicinanza che noi Donnavventura viviamo durante tutto il viaggio: senza retorica, a fine giornata, al momento della buona notte, ti rendi conto che la tua squadra altro non è che una seconda famiglia!!
Ora che è trascorso un terzo della spedizione, mi auguro per il futuro di imparare sempre nuove cose, che questi 100 giorni in giro per il mondo siano davvero formativi, che possano aprirmi la mente e accrescere il mio bagaglio culturale, perché sto vivendo questo viaggio, al di là delle destinazioni, come una vera esperienza di vita.

Saveria

Scroll