1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRETHIOPIAN AIRLINESTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

17/07/2017 - Il weekend a La Thuile

Il 14 Luglio arriva molto in fretta e il ritrovo alla stazione centrale di Milano delle 13.30 rende il tutto molto più concreto. Arrivata in stazione, ho subito riconosciuto le mie compagne d’avventura: zaini coloratissimi e sguardi spaesati, caratteristiche che ci hanno accomunato fin dal primo istante.
Le prime conoscenze proseguono sui rispettivi pullman. Il nostro viaggio parte poco dopo le 14 e le tre ore necessarie per raggiungere la destinazione vengono occupate da chiacchiere, battute e, in alcuni casi, anche pisolini.
Durante la prima tappa a La Thuile, abbiamo il piacere di conoscere il sindaco e gli assessori, che ci accolgono in maniera impeccabile, con molto entusiasmo e con le canzoni delle precedenti puntate del programma come sottofondo. Conclusi i ringraziamenti, saliamo nuovamente sui nostri pullman, alla volta del campo base.
Quando inizio a intravedere le tende, realizzo di essere veramente arrivata fino a qui! Giunte al campo base, la priorità è la consegna dei nostri documenti e del tanto amato telefono cellulare: un addio degno dei migliori film d’amore drammatici, con la colonna sonora più strappalacrime.
Separata definitivamente dal mio cellulare, mi reco alla tenda che mi è stata assegnata e, proprio qui, conosco le mie nuove “coinquiline”, con le quali lego fin da subito. Condividiamo insieme il momento della prima cena al campo, con un gustoso minestrone. Per riscaldarci ulteriormente, in questo glaciale venerdì sera, facciamo una breve corsetta verso il falò, dove ci attende una caldissima tisana alle erbe.
L’atmosfera si riscalda definitivamente e la serata trascorre in fretta tra canti e risate. La fredda notte passa meno velocemente e lascia spazio a una giornata ricca di cose da fare.

La sveglia suona molto presto e una corsetta intorno al fuoco è proprio quello che ci vuole per svegliarsi al meglio. È così che, dopo una colazione a base di pane e marmellata, inizia l’impegnativa giornata di prove. Mentre un gruppo inizia con il test drive, un altro affronta le tre prove fisiche dell’esercito: il ponte tibetano sulla Dora, la scalata di una parete rocciosa e un adrenalinico salto nel vuoto con la carrucola.
Dopo un veloce pranzo, segue lo “strucco e sparrucco” e l’ultima prova da affrontare sono i due provini, uno per Rete 4 e per uno per gli sponsor.
L’iniziale imbarazzo davanti alla telecamera si trasforma in sicurezza e mi sento sempre più sciolta e a mio agio.
La prima intensa giornata sta per finire e, prima di cena, ci riuniamo intorno al campo per prendere parte alla funzione religiosa. Dopo aver ascoltato con attenzione la predica, ci dirigiamo sotto la tenda per la cena e, seduta davanti al mio piatto fumante, inizio a pensare a ciò che mi aspetterà il giorno successivo.
Per il perfetto dopo-cena non può mancare la nostra amata tisana davanti al falò.

Domenica 16 Luglio è il “giorno del giudizio”, dopo pranzo arriva finalmente il momento di scoprire chi saranno le fortunate finaliste. I primi numeri iniziano a essere chiamati e tutto di un tratto sento: “La numero quattro”… ma come?? Quello è il mio numero! Incredula e molto soddisfatta mi alzo e mi avvicino al piccolo gruppo: tra cento ragazze, siamo le dodici selezionate per la settimana d’addestramento!
Dopo alcune foto di rito ci vengono riconsegnati i cellulari, ma soltanto per cinque minuti, giusto il tempo di comunicare la bella notizia ai nostri parenti.
Mia madre: “Te l’avevo detto che saresti arrivata fino alla fine! Me lo sentivo!”
Eh, le mamme…
Riconsegno il cellulare e mi rendo conto di quanto non mi sia mancato in questi giorni: non l’avrei mai pensato!
Prendiamo possesso fin da subito delle macchine e la giornata prosegue con un briefing per capire come si svolgerà la settimana.
Finalmente una doccia calda e un letto vero e proprio!

Alessia

Scroll