1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

CONDIVIDI

DONNAVVENTURA®
basta un click per entrare nel mondo di Donnavventura

Chi non viaggia non conosce il valore della vita, recita un antico proverbio moresco. Lo sanno bene le ragazze di Donnavventura, tante ormai, tutte quelle che si sono misurate in ogni parte del mondo in questa incredibile storia lunga più di vent’anni. Hanno vissuto un’esperienza unica per poi raccontarla con le parole e le immagini a milioni di persone, in tv o sui giornali. Ed ora anche su internet, testimoni “on line” per chi vuole capire il loro spirito, condividere le loro idee, dialogare e confrontarsi, oppure aspirare a essere come loro, forse un giorno, Donnavventura.
Basta un “click” per essere un po’ tutte Donnavventura. Entrare in quel mondo di chilometri e chilometri, tanti percorsi su quattro ruote, alla guida di robusti e infaticabili fuoristrada; su strade d’asfalto, di terra, con neve e ghiaccio. E di acque morbide dei grandi fiumi, di laghi incantati e di quelle più impetuose dei torrenti e delle rapide, solcate da canoe, gommoni e da ogni tipo di imbarcazione disponibile.
Sì, perché non c’è punto cardinale del nostro pianeta che non abbia visto passare la “carovana” di Donnavventura.
Dall’estremo Nord della Lapponia, giù al confine meridionale della Terra del Fuoco; dal mondo che nasce nell’alba australiana, fino alle gelide coste di Ancorage, là dove giorno e occidente finiscono. Ragazze in gamba le Donnavventura, volitive e determinate, tutt’altro che comparse sprovvedute di un leggero spettacolo mediatico. Hanno visto savane e deserti africani, attraversato climi tropicali ed equatoriali, bivaccando lontano da qualsiasi moderna comodità. Sono “salite” fino al limite dell’ossigeno su elevatissimi passi andini, hanno abbracciato l’infinito pianeggiante della Patagonia, perdendosi con lo sguardo nella distesa di ghiaccio dell’immenso Upsala.
Poche si sono arrese, le altre ce l’hanno fatta, tutte, cogliendo quell’obiettivo proprio di ogni Donnavventura: non cercare soltanto nuove terre, ma avere anche nuovi occhi per guardarle.
Basta un click del mouse per fare il primo passo verso l’avventura. Per scoprire se si può essere domani una di loro.
Già, ma Donnavventura si nasce o si diventa? Un po’, forse, si nasce, con quell’innata propensione a scoprire mondi nuovi, ad allargare i propri orizzonti, a capire, a mettere alla prova i propri limiti. Donnavventura è superare gli ostacoli, a volte sole contro tutto, in capo al mondo, con quel poco che si ha a disposizione.
Per questo Donnavventura si diventa, anche, con impegno, spirito di sacrificio, voglia di fare qualcosa che non si esaurisca lì, in quel viaggio, ma che prosegua anche negli anni successivi. Non a caso molte di loro “ci hanno preso gusto”, una volta tornate alla vita di tutti i giorni: sono diventate giornaliste, fotografe, videoperatrici. Si sono lanciate nel mondo dei viaggi, del turismo, dell’auto o della televisione. Hanno coronato un sogno nel sogno, realizzando nel lavoro e nella vita ciò che avrebbero sempre voluto fare. E una cosa è certa: per tutte quel viaggio “avventuroso” è rimasto un ricordo indelebile, qualcosa di irripetibile che resterà sempre nei loro cuori.

Scroll