1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

15/11/2018 - LE MIE ABC

Sono settimane che manco da casa e da quando siamo partite per Aruba qualcosa è cambiato…
La mattina della partenza ero agitata, da quel momento in poi il capo spedizione mi aveva dato delle responsabilità in più e mi sentivo da una parte grata della sua fiducia, ma dall’altra non sapevo se avrei saputo gestire lo stress.
I voli tra i Caraibi Olandesi, nonostante charter, sono stati molto più comodi rispetto ai primi su cui avevo viaggiato.
Di certo non pensavo che questa spedizione mi avrebbe dato cosi tanto!
Le ABC sono delle isole davvero inaspettate ed è stato per me l’inizio di una nuova avventura.
Se qualcuno mi avesse chiesto se sarei mai andata in queste isole, la mia risposta sarebbe stata sempre “ NO!” ( Chi mai se lo potrebbe permettere?!) e invece eccomi qui.
Ad Aruba si respira il turismo di “qualità” (prevalentemente americani benestanti e ricchi), si mangia benissimo e si può bere l’acqua del rubinetto. In più il clima è una meraviglia ( caldo ma non afoso )!
Aruba è stata una sorpresa, non solo a livello paesaggistico ma a livello emozionale! Non mi aspettavo di certo di trovarmi a guidare in mezzo a dune di sabbia, circondata da cactus, per poi vedere infinite spiagge di sabbia bianca… i paesaggi ad Aruba lasciano davvero senza fiato.
Il tramonto che ho potuto ammirare sulla spiaggia con il team, davanti al nostro campo base, mi ha lasciato senza fiato, il cielo era di tutte le sfumature del rosso, noi sedute sulla sabbia a contemplare il momento, ridendo e scherzando.
Le ragazze mi sorprendono ogni giorno. La positività regna e il sorriso non manca mai a nessuno, nonostante il lavoro fatto nelle ABC sia stato tanto.
Aruba è stata la prima isola visitata delle ABC, ma la mia preferita rimane Curacao.
Bonaire è la più selvaggia e lì la nostra missione è stata trovare i fenicotteri! Ne abbiamo visti tantissimi e soprattutto vicini a noi, in quei laghi salati, dove riposavano serenamente. E’ bello vedere animali liberi in luoghi cosi incontaminati, anche se a me i pennuti inquietano sempre un po’, ma devo dire che ne è valsa davvero la pena! Sono davvero meravigliosi visti da vicino, con quel rosa accesso, sembravano finti!
Ma Curacao è Curacao! E’ una via di mezzo tra Aruba e Bonaire, se nella prima trovi lusso e tante strutture alberghiere e nella seconda trovi la natura selvaggia ed incontaminata, Curacao è il giusto mix per me!
Quasi quasi, se ci sarà la possibilità, potrei valutare di trasferirmi per un’esperienza lavorativa!
A Willemstad, la capitale dell’isola, l’architettura ti ammalia, sembra di stare in una piccola Amsterdam ai Caraibi!
La gente è molto calorosa e disponibile e l’aria che si respira è moderna e vivace! E’ un peccato non potersi fermare un po’ più a lungo per scoprire quest’isola davvero meravigliosa! La natura è prorompente e le spiagge con le sue acque trasparenti invitano ad un bagno rinfrescante!
Mi ricordo ancora la sera in cui abbiamo cenato al Pirate Bay, l’ultima cena a Curacao, in questa location davvero tipica e particolare. Abbiamo mangiato sulla spiaggia, con calma, un menu di solo pesce, chiaccherando del più e del meno ed il tempo sembrava quasi si fosse fermato.
Le ABC sono state per me impegnative ed appaganti nel vero senso della parola, paesaggi inaspettati hanno provocato emozioni inaspettate che ho dovuto affrontare ora dopo ora, giorno dopo giorno. Sono passata dallo stress estremo alla stanchezza infinita che non mi faceva dormire, dalla gratificazione di aver portato a termine il programma giornaliero al voler mollare tutto, fino ad essere razionale nel non farlo.
Ammetto di aver avuto momenti in cui avrei preferito essere a casa che qui, momenti in cui avrei voluto un abbraccio da una persona cara per avere un po’ di sostegno, ma ho tenuto duro perché sono cocciuta di natura e quando ricevo un compito cerco di portarlo al meglio delle mie possibilità!
Ci sono stati giorni in cui mi sono chiusa in bagno per urlare e piangere nello stesso momento e giorni in cui ero talmente radiosa da non capire il motivo.
L’esperienza con Donnavventura è avventurosa, non solo per le cose che fai, ma per quello che provi, minuto dopo minuto, ora dopo ora, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana!
E’ una sfida con te stessa!

Sijia Christina

Scroll