AITRRICOLASHISEIDO1A CLASSE - ALVIERO MARTINITOURING CLUB ITALIANOBFGoodrichJEEPMASTERCARDESERCITO ITALIANO
 

Finolhu

Sveglia alle 8 per il team, fatta colazione e prese le attrezzature necessarie si è diretto verso “Butafushi” a bordo di una barca. Il cielo era grigio e molto nuvoloso, ma le Donnavventura non vedevano l’ora di scendere giù dall’imbarcazione e iniziare l’esplorazione. Maschera e pinne e via in mare! Sono bastati pochi minuti per avvistare delle tartarughe che fluttuavano nel blu dell’Oceano. Attorno alle reporter un’impressionante quantità di variopinti pesci di barriera, giardini di coralli molli e duri, grotte e anfratti ricoperti di spugne e anemoni. Risalite sulla barca, si sono poi dirette in un punto dell’Oceano dove si dice si possa incontrare qualche delfino. Le viaggiatrici sono state davvero fortunatissime perchè hanno visto tantissimi delfini tagliare le onde affianco alla loro barca e fare simpatiche capriole davanti ai loro occhi, come a volerle salutare! Ad un certo punto sono state letteralmente circondate…è stato bellissimo ! A pranzo sono rientrate al campo base di Finolhu e hanno poi pranzato al “Baa Baa Restaurante” dell’isola, dopodichè Stephanie e Francesca sono andate ad incontrare i pescatori che giornalmente portano pesce fresco sull’isola, il pescato del giorno è stato il “fish rainbow” . Un pomeriggio tranquillo per le ragazze, un briefing per pianificare i prossimi giorni e un tuffo dall’alto della water villa della loro camera, godendosi poi una tisana rinfrescante. Anche la giornata di oggi sta per finire, ultima cena nel loro ristorante preferito, il “Kanusan”. Oggi hanno visto arrivare i pescatori con il pesce fresco del giorno e lo chef, che era lì al loro arrivo, come da promessa ha cucinato per loro un pesce fresco in agrodolce, in perfetto stile asiatico…molto curioso! Anche perché lui viene dal Nepal. Come ogni giornata della spedizione, il team prima di andare a letto si mette al computer per lavorare sul materiale della giornata. Ultima notte per le reporter in questo splendido gioiello incastonato nell’Oceano Indiano.

Stephanie

 
Scroll