1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO
 

Da Porto ad Ajaccio

La giornata inizia con il maltempo. Il team decide di lasciare il campo base in direzione Ajaccio, sperando di trovare un po’ di sole verso sud.
Ajaccio, la capitale della Corsica, si riconosce subito dal traffico intenso delle sue strade.
Arrivate al campo base, un hotel sulla Route des Sanguinaires, la squadra posa le proprie valigie e si mette al riparo dalla pioggia, sperando che questo tempaccio passi.
Con un cielo poco terso, le ragazze si spingono a fare un’escursione alle Iles Sanguinaires. Il tempo non sembra essere clemente, ma loro non buttano la spugna e si incamminano ugualmente verso il percorso.
Le Iles Sanguinaires sono un piccolo arcipelago a pochi minuti dal centro di Ajaccio, che spuntano dal mare a poca distanza dalla Pointe de la Parata. La roccia rossa, caratteristica di questi piccoli isolotti, sembra essere motivo del nome, anche se le leggende locali raccontano di tante imbarcazioni che si sono scontrate su di esse, causando la morte di molte persone e per questo chiamate “isole sanguinarie”.
Sulla Grand Sanguinaire, l’isola più grande, che fu abitata sino alla fine del 1800, chiamata anche Mezzumare, si trovano un faro e delle rovine di una torre genovese e di un lazzaretto. Le altre tre, invece, sono molto piccole, poco più di scogli a picco sul mare. Il paesaggio è molto suggestivo, sia al crepuscolo sia al tramonto.
La pioggia riprende in modo battente e le ragazze devono a malincuore tornare alla base.

Sijia Christina

 
Scroll