1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

CONDIVIDI

24/11/2016 - LA MIA POLINESIA

Sono passati quasi due mesi e mezzo dalla mia partenza.
Settanta giorni di emozioni e soddisfazioni, di fatica ed impegno… Ed ora mi ritrovo qui, nella meta sognata da chiunque, nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, nella leggendaria Polinesia.

Sto scrivendo da Rangiroa, uno degli atolli più grandi del mondo, uno spettacolare mix di natura selvaggia, spiagge dorate e mare cristallino. Siamo atterrate qui oggi dopo i nostri primi sei giorni nei pressi di Ra’iatea, a bordo del nostro catamarano.
Per me è stata la prima esperienza di vita in barca e devo dire che non è stato sempre facile. Bisogna abituarsi a vivere in spazi molto ristretti e rispettare alcune regole basilari, è fondamentale essere ordinati e precisi e soprattutto organizzati.
Ma tutto sommato il catamarano consente di scoprire la Polinesia da un’altra prospettiva, di godersi i colori del suo mare attraversandolo, di scoprirne ogni tonalità e di ammirare il paesaggio da un punto di vista diverso: cullati dalle onde, guardando l’orizzonte.

Ovviamente non potevamo perderci l’attrattiva principale delle oasi polinesiane: le lagune. Qui, infatti, la barriera corallina circonda quasi tutte le isole maggiori e forma una sorta di piscina protetta di un intenso colore turchese.
Noi, indossate pinne e maschere, ci immergevamo appena possibile per osservare più da vicino il variopinto mondo subacqueo.
Mi sono lasciata affascinare dalle sue creature: pesci colorati, razze, murene e coralli di ogni tipo.
Un giorno, nei pressi del motu di Miri Miri, abbiamo addirittura visto un gruppo di delfini cavalcare le onde elegantemente.

Della nostra esperienza di vita in barca, il momento della giornata che preferivo era la sera, quando al sorgere del sole il panorama trasformava i colori e il cielo si imbruniva.
Insieme alle mie compagne preparavo la cena e mi rilassavo chiacchierando.
E ho notato una cosa: viste dall’Oceano anche le stelle sembrano diverse e più luminose, così spesso mi perdevo ad ammirarle, seduta sulla prua, senza pensare a niente, cercando di godermi al massimo quel momento.

Devo dire che questi primi giorni in Polinesia sono stati unici e particolari, l’esperienza in barca mi ha permesso di tornare a una sorta di “quotidianità”, come fare la spesa, cucinare, pulire e di scoprire isolette e baie nascoste.
Ma la nostra permanenza qui è ancora lunga e non vedo l’ora di scoprire quali nuove sorprese ci riserverà questa magnifica terra.

Vale

Scroll