1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

CONDIVIDI

11/10/2016 - PRIMO MESE DA DONNAVVENTURA

Ventotto giorni sono passati da quando ho salutato la mia vita da semplice ragazza e mi sono trasformata in una vera Donnavventura con cappello e marsupio.
Tra due giorni sarà il nostro primo “mesiversario” da neo-reporter ed è giunto il momento di festeggiare: brindo alle mie fondamentali compagne di squadra, a tutte le volte che pensavamo di non farcela, brindo ai paesaggi e ai luoghi che abbiamo visto, ai ricordi che sicuramente porterò con me, brindo alle esperienze e alle emozioni che abbiamo vissuto, che rimarranno indelebili e infine vorrei fare un brindisi a me, alle mie insicurezze e ai miei errori.. che non mi hanno fatta cadere ma che possono farmi urlare di avercela fatta!

La gente che guarda Donnavventura non può nemmeno immaginare cosa stiamo vivendo, e se anche stessi qui a raccontarvelo nessuno ci crederebbe!. Per gli spettatori siamo “solo” sei stupende ragazze che con i loro splendidi sorrisi girano il mondo. E forse il 50% di questa frase è anche vera: siamo solo in sei. Sei normalissime ragazze che devono portare a casa un programma televisivo ma, dietro questi meravigliosi sorrisi, c’è impegno, determinazione, difficoltà, stanchezza e stress.. davvero tanto stress!
I telespettatori non sanno che si lavora 15 ore al giorno (se va bene), non sanno che ci si alza presto e si va a letto tardi, non sanno che bisogna sempre fare le cose di corsa e bene.. perché quello che sembra sempre mancare è il tempo.
Questa però non è una lamentela. Donnavventura ti fa crescere, ti sveglia e t’insegna a cercare di farcela sempre e comunque; sto crescendo e sto imparando più di quanto avrei potuto fare in un altro posto.
Sono felice di come sto lavorando e delle cose che sto facendo, ma soprattutto sono orgogliosa dell’educazione che la mia famiglia mi ha dato che mi sta dando la forza di andare sempre avanti.

Donnavventura non è fatta solo di posti meravigliosi e di giorni stupendi, anzi spesso questi posti paradisiaci non si godono nemmeno quanto si vorrebbe.. perché comunque (per quando possa sembrare strano) noi non siamo in vacanza, e lo stress e il lavoro che dominano le giornate, spesso distolgono l’attenzione dal luogo.

In questo mese ho capito l’importanza delle persone. Abbiamo la fortuna di incontrare gente nuova, che ti riempie la giornata, vivendo delle loro parole, dei loro apprezzamenti, della loro comprensione e soprattutto dei loro sorrisi.
Questo per me è Donnavventura: vivere le persone che incontri e che ti stanno accanto, non le destinazioni.
Qui non c’è l’abbraccio sincero della famiglia quando qualcosa non va, non ci sono le parole confortanti della mamma in un giorno grigio; ci sei solo tu, con altre cinque ragazze, a vivere e imparare a cavartela da sola.

Il bilancio conclusivo del primo mese? Ottimo: siamo vive e siamo ancora qui tutte e sei! ☺ (e questo è già più che positivo!)

Chiara

Scroll