1A CLASSE - ALVIERO MARTINIRICOLARTL 102.5HOTELPLANMITSUBISHISHISEIDOAITRETHIOPIAN AIRLINESTOURING CLUB ITALIANOESERCITO ITALIANO

CONDIVIDI

DONNAVVENTURA GRAND RAID del CARIBE
domenica 31 gennaio ore 13:50 su RETE4
QUARTA PUNTATA DEDICATA AL BELIZE E AL GUATEMALA

La quarta puntata di Donnavventura si apre all’insegna della natura. Il team infatti si trova ancora in Belize, un paese il cui territorio è rimasto in ampia parte intatto e che per questo vanta una straordinaria varietà di specie animali e di piante. Le sue foreste primarie, intatte, sono l’habitat del più grande felino sudamericano, il giaguaro, predatore potente e silenzioso. E’ qui che vivono anche il tapiro di Baird, mammifero simbolo del paese e il tucano dal becco rosso, suo volatile simbolo. Le Donnavventura stabiliscono il campo base a Placencia, nell’estremità meridionale del paese; non lontano da qui sfocia il Monkey River, uno dei più importanti fiumi belizeani che collega i Monti Maya alla costa, attraversando ecosistemi diversi. Risalendo la sua corrente il team si imbatte in coccodrilli, iguane, scimmie urlatrici e scimmie ragno ed una gran varietà di volatili, soprattutto aironi, blu e verdi, martin pescatori ed alcune delle varietà di rapaci, come falchi e avvoltoio, che abitano questo arale.
Lasciata Placencia il team risale verso nord ovest per raggiungere San Ignacio, in prossimità della dogana con il Guatemala e lungo il tragitto si ferma nei pressi di Pomona, dove si trova la scuola anglicana di San Matthew. E’ il momento dell’intervallo e tutti i bambini sono fuori dalle classi, le ragazze decidono di fermarsi e di andare a curiosare, parlando con loro e con le maestre.
A San Ignacio si assiste ad una parata scolastica, uno dei tanti eventi legati alle celebrazioni dell’indipendenza, quindi si oltrepassa il confine e si entra in Guatemala.
La prima tappa guatemalteca è lo spettacolare sito di Tikal, il più esteso del mondo Maya, immerso in una fitta foresta che ne fa rivivere appieno l’atmosfera originale. Il tempio del Gran Giaguaro e il tempio delle Maschere sembrano sfidarsi da tempo immemore, posti uno di fronte all’altro in un’eterna manifestazione di grandezza.

Si riparte alla volta dell’isola di Flores, situata nel lago di Peten Itza e da qui la carovana intraprende il lungo tragitto che la porta ad attraversare l’entroterra del paese, in un susseguirsi di panorami diversi, sino a raggiungere la capitale: Città del Guatemala.
La tappa successiva è la città coloniale di Antigua, incorniciata da valli e da vulcani ad oltre 1500 metri di altitudine. Le sue strade acciottolate, le case dalle calde tonalità senape e ocra ed un grande parco centrale, sono i suoi elementi distintivi. Per raggiungere l’ultima tappa di questa puntata si sale di quota, si raggiugono i 2000 metri di altezza, dove sorge la città di Chichicastenango. E’ qui che si svolge uno dei più ricchi e variegati mercati dell’intero Centro America; vi si può trovare di tutto, dai generi alimentari all’artigianato declinato in più settori: ceramiche, attrezzi, tessuti, ma vi sono anche erbe medicinali, animali da cortile, candele... Al centro del mercato si trovano i comedores, delle piccole bancarelle dove vengono venduti i piatti tipici della regione.

L’appuntamento con la quarta puntata del Grand Raid del Caribe è per domenica 31 gennaio alle 13.50, su Rete4.






Scroll